Please update your Flash Player to view content.

Vice-Presidente

organo-HangzhouItalo Di Cioccio, nato a Pratola Peligna (AQ), ha studiato Organo e Composizione organistica e Pianoforte presso il Conservatorio “A. Casella” dell'Aquila con la professoressa Annamaria Polcaro diplomandosi con il massimo dei voti. Nello stesso istituto ha studiato Composizione ed avuto esperienze sia in Direzione d'orchestra che in Musica elettronica. Dopo il diploma in Organo e Composizione organistica ha iniziato lo studio del Clavicembalo che ha portato a termine presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida della Professoressa Paola Bernardi.

Baroque & Blue Quartet , nato da una sua idea. Con questo gruppo sperimenta la fusione di generi diversi: Colonna sonora, Jazz, Classico che convivono senza asprezze in una stessa composizione. Per questo quartetto cura gli arrangiamenti e compone due brani ad esso dedicati: Vitrail e Divertissement , inciso sul CD "Perosi Musici" edito dalla Baika Musik. Il suo ultimo lavoro realizzato usando una strumentazione digitale lo vede protagonista in veste di compositore, arrangiatore, esecutore, programmatore al computer e tecnico del suono. E' pianista nella The Modern Abruzzo Orchestra . E' Vice Presidente della Confederazione Organistica Italiana. Ha tenuto diversi concerti in duo col sassofonista Gaetano Di Bacco e collaborato come organista con orchestre e cori. Dal 1978 ha insegnato nei Conservatori: “S. Giacomantonio” di Cosenza, “L. Perosi” di Campobasso e attualmente è titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio “L. D'Annunzio” di Pescara. Oltre all'attività concertistica che lo vede protagonista in numerosissimi Festivals internazionali, riscuotendo ovunque unanimi consensi di pubblico e di critica che gli riconosce, infatti, la tecnica superiore, la grande sensibilità interpretativa e la particolare scelta del repertorio che gli permettono di distinguersi nel vasto panorama concertistico, si dedica alla composizione. Negli anni ‘80 fonda l'Associazione Organistica Sulmonese di cui diventa Presidente, con l'intento di occuparsi sia del restauro degli organi antichi che della diffusione, mediante concerti, del repertorio organistico. Le esperienze maturate negli anni di studio nel Conservatorio, lo portano in questi anni a concretizzarle. Infatti si dedica alla computer music. Compone molta musica di questo genere, sia di consumo che di ricerca. I suoi interessi artistici spaziano in ambiti diversi. Si accosta anche alla musica Jazz e negli anni ‘90 diventa direttore di Big Band. Collabora a periodici, scrivendo articoli riguardanti l'arte organaria e organistica. Contemporaneamente diventa Socio Fondatore dell'Accademia d'organo Max Reger di Roma che si occupa del repertorio organistico che va dal romanticismo al periodo moderno. In questo periodo compone “Oh bons anges dansez avec nouz” per organo, che è eseguito in prima assoluta a Roma sul grande organo dell'Istituto Pontificio di Musica Sacra, nell'ambito di una rassegna dedicata all'esecuzione di musiche scritte da compositori contemporanei. Compone musica per documentari e sigle televisive. In anni più recenti è pianista del

 

Interviste

Spotlight

rep-morge1

ban-seri-ungarelli

Chi è online

 17 visitatori online

Visite

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterTotale visite307165

Oggi: 23/05/2018